• Mercoledì di itc

I mercoledì di ITC

 

 Programma

I mercoledì di ITC, ciclo di incontri gratuiti presso la sede di Padova. Presentiamo di seguito il calendario delle date in programma fino a fine anno. Per iscriversi agli incontri è necessario scaricare la scheda di iscrizione e inviarla compilata a padova@itcc.it.

Gli incontri inizieranno tutti alle ore 18:15.

 

 

Mercoledì 18 Ottobre
La balbuzie dal punto di vista cognitivo e comportamentale
a cura della dott.ssa Simona Bernardini

La balbuzie è un disturbo della fluenza caratterizzato dalla presenza di involontarie interruzioni di eloquio spesso accompagnate da sincinesie (comportamenti motori finalizzati al superamento dell’episodio di balbuzie) e da malattitudine comunicativa (sentimenti di imbarazzo, ansia, disagio e simili legati alla comunicazione). La balbuzie non può essere ridotta a un semplice disturbo dell’eloquio poiché implica reazioni cognitive, emotive e comportamentali in grado di avere un fortissimo impatto nelle relazioni interpersonali, nel benessere psicologico e sulla qualità della vita del paziente, la CBT si è dimostrata l’approccio che più di ogni altro è stato in grado di dar vita a programmi di trattamento differenziati per fasce d’età che hanno trovato ampio consenso all’interno dell’EBM (Evidence Based Medicine).

 

 

Novembre in ITC è il mese dello sport

incontri gratuiti su psicologia e sport ogni mercoledì

Scarica il programma

 

Mercoledì 1 Novembre
Psicologia e sport: i benefici dell’esercizio fisico sull’umore
a cura del dott. Enrico Razzetti

I benefici dell’esercizio fisico sono da tempo oggetto di studio, sia per quanto riguarda la salute fisica sia per quanto riguarda la salute mentale. Ad essere interessati dai miglioramenti sono non solo le funzioni cognitive, ma anche l’ansia e l’umore. Rispetto a quest’ultimo in particolare, la letteratura offre oggigiorno un ampio panorama di studi che sembrano suggerire l’utilità e l’efficacia dell’impiego di programmi di esercizio fisico come parte di un programma di trattamento per pazienti con depressione.

Durante l’incontro verrà presentata una breve introduzione dell’Exercise Psychology’, verranno discussi dati meta-analitici e le evidenze sugli effetti dell’esercizio fisico sull’umore. Infine verranno forniti suggerimenti per predisporre un programma di esercizio fisico per pazienti con depressione.

 

 

Mercoledì 8 Novembre
Psicologia e sport: la forza mentale negli atleti
a cura della dott.ssa Mariapia Ghedina

Le abilità cognitive e quelle motorie sono strettamente connesse: se a un tempo si credeva che una determinata costituzione fisica rendesse un atleta più o meno prestante, ora sappiamo che è invece la mente a giocare un ruolo cruciale.
Più precisamente, le qualità che rendono un atleta vincente sono: la motivazione, le capacità attentive, l’autoefficacia e le abilità di presa di decisione.

Durante l’incontro verranno presentate evidenze scientifiche relative a determinate funzioni mentali degli atleti, verranno inoltre forniti suggerimenti utili a potenziare le prestazioni sportive e mantenere alto il livello di motivazione durante la carriera agonistica.
Particolare attenzione verrà data a una categoria peculiare di atleti per quanto riguarda, principalmente, le prestazioni e la gestione dello stress, ossia gli atleti di sport estremi.

 

 

Mercoledì 15 Novembre
Psicologia e sport: l’assessment nello sport
a cura della dott.ssa Silvia Cerea

L’assessment psicologico in ambito sportivo è un processo utile al fine di indagare le caratteristiche psicologiche che possono incrementare la performance e favorire il benessere degli atleti. Nello specifico, diversi strumenti di assessmentpsicologico possono essere utilizzati con i singoli atleti o con le squadre, a seconda delle specifiche esigenze.

Durante l’incontro verranno presentati gli strumenti psicologici di assessment che, maggiormente, vengono utilizzati in ambito sportivo, e verranno suggeriti spunti e prospettive di lavoro con i singoli atleti e con le squadre.

 

Mercoledì 22 Novembre
Psicologia e sport: il mental training
a cura del dott. Francesco Sanavio

Chiunque abbia praticato sport conosce l’importanza dell’aspetto mentale nella prestazione sportiva. La tecnica e un fisico allenato sono la base. Ma è la mente che permette di dare il 100%. Difatti si sente spesso qualche campione che afferma che le doti più importanti per vincere – quelle che fanno la differenza – sono mentali. 

La psicologia dello sport è quella branca della psicologia che studia in maniera scientifica tutti gli aspetti mentali che influenzano la prestazione sportiva.

Il mental training, invece, è l’insieme delle tecniche pratiche che permettono di potenziare questi aspetti mentali per migliorare la prestazione sportiva.

Cercando di dare un taglio più pratico possibile, durante l’incontro metteremo a fuoco alcune delle tecniche di mental training attualmente più utilizzate.

 

Mercoledì 29 Novembre
Psicologia e sport: il biofeedback
a cura della dott.ssa Elena Barel

Il training attraverso l’uso del biofeedback permette ad un individuo di imparare a modificare e autoregolare attività fisiologiche specifiche (ad es: frequenza cardiaca, respirazione, tensione muscolare, conduttanza cutanea e temperatura) con l’obiettivo di migliorare le prestazioni agonistiche. Per questo motivo viene utilizzato nei training di allenamento mentale per sportivi.

La concretezza di questi strumenti è fondamentale per gli atleti che possono vedere in tempo reale le loro attività fisiologiche, riconoscerne le variazioni e di conseguenza, allenarsi su capacità specifiche quali: rilassamento muscolare, gestione dell’ansia, regolazione dell’arousal psicofisiologico, ecc.

Durante l’incontro verrà presentato l’utilizzo del biofeedback in ambito sportivo e le evidenze scientifiche dello stesso, verrà inoltre effettuata una prova pratica direttamente con lo strumento.

2018 Discussione di casi clinici secondo la prospettiva REBT

 

Gli incontri hanno lo scopo di offrire una visione della concettualizzazione del caso e dell’impostazione dell’intervento in base alla prassi psicoterapeutica REBT. Gli incontri sono a cura del prof. Mario Di PIetro

Ai partecipanti è richiesto di portare un caso attinente la tematica in programma e ad ogni incontro verrà deciso su quali soffermarsi (2-3 casi).

Tali incontro non costituiscono una supervisione clinica, ma vogliono semplicemente mostrare come una data problematica può essere affrontata dal punto di vista della teoria clinica della REBT.

  • 14 marzo 2018 – Il paziente con problemi d’ansia
  • 11 aprile 2018 – Il paziente con problemi depressivi
  • 9 maggio 2018 – Il paziente in età evolutiva