[Search form]
Tag

DCA

Sport e disturbi dell’alimentazione (Parte 1) – le pressioni ambientali

In ambito sportivo la cura del proprio fisico e l’estetica rappresentano un aspetto rilevante in quanto ritenuti fattori determinanti per la qualità della performance. In tale ambito le diete e il rigoroso controllo di apporto calorico, così come il costante monitoraggio del peso e della forma fisica, vengono incoraggiati e ritenuti indicativi del livello di dedizione e impegno dell’atleta. Negli ambienti sportivi, infatti, agli atleti viene solitamente suggerito come comportarsi in varie aree della loro vita, non ultimo il regime alimentare da tenere. Sotto l’insieme di tali spinte l’individuo può iperinvestire nel controllo della forma e del peso dando inizio ad un processo che, complici una serie di fattori individuali e contestuali, può sfociare in un vero e proprio disturbo. Non è un caso infatti che spesso si senta parlare di alcuni sport in termini di contesti favorevoli allo sviluppo dei disturbi del comportamento alimentare, vale a dire quella particolare...
Leggi tutto

DCA: il Trattamento Fondato sulla Famiglia

Nei giorni tra il 3 e il 6 Novembre 2015, il Prof. Daniel LeGrange docente dell’Istituto Benioff di Pediatria dell’Università di San Francisco-California, ha tenuto a Roma il workshop “Family Based Treatment nella cura dei disturbi alimentari in adolescenza”. L’FBT è un trattamento sviluppato negli anni ’90 all’interno del Maudsley Hospital di Londra e costituisce un modello d’intervento che integra diversi aspetti dell’approccio cognitivo-comportamentale con quelli dell’intervento sistemico-relazionale e del “clinical management”. L’efficacia dell’FBT, in particolar modo per l’Anoressia Nervosa (AN) in adolescenza, è stata dimostrata attraverso numerosi studi clinici. Veniamo al modello. Un primo aspetto fondamentale dell’ FBT è quello di voler sottolineare l’importanza e la centralità della figura dei genitori all’interno del setting di cura dei pazienti affetti da un Disturbo del Comportamento Alimentare (DCA), contrapponendosi al cosiddetta “parentectomia”, modello teorico che presupponeva come indicazione terapeutica l’allontanamento e la separazione dei genitori dai figli con DCA essendo i...
Leggi tutto

Mindful eating – mangiare con consapevolezza

“Hai notato i biscotti di stamattina vero? Lo sapevo che avevi troppa voglia di mangiare quelli del forno di Anna!” “I biscotti del forno sotto casa di mia nonna? Ma dai! Non me ne sono neanche accorto tanto ero di fretta” “Ma come? Sono i tuoi preferiti! Li avevo comprati apposta per farti un regalo” “Mi spiace davvero, ero già con la testa in ufficio!”   Avete mai avuto una conversazione del genere? Vi capita mai di non sentire nemmeno più il sapore di quello che mangiate e che avete in bocca perché la vostra mente è impegnata ad occuparsi di quello che vi capiterà tra qualche ora? La nostra quotidianità sta drammaticamente diventando sempre più frenetica e piena di impegni, facciamo sempre più fatica a prestare attenzione a quello che ci capita nel presente. Siamo sempre più allenati a fantasticare, o più spesso rimuginare, su aspettative e problemi futuri...
Leggi tutto

DCA: cos’è cambiato tra DSM IV e 5?

I disturbi del comportamento alimentare (DCA) sono un gruppo di condizioni estremamente complesse, caratterizzate da anomalie nei comportamenti di alimentazione, da un eccesso di preoccupazione per la forma fisica, da alterata percezione dell’immagine. A partire dagli anni ’50 del secolo scorso, si è assistito ad un progressivo aumento dei DCA parallelamente ad un decremento dell’età̀ di insorgenza tanto che sono sempre più̀ frequenti diagnosi prima del menarca (Dalla Ragione, 2001; Favaro et al., 2009) Al fine di ridurre la frequenza di diagnosi di NAS ( Disturbi Non Altrimenti Specificati) la più recente versione è il DSM-5 (APA, 2013) il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali riorganizza i DCA alla luce della diffusione di nuove forme patologiche e della multiformità della patologia stessa, definendo la categoria diagnostica “Disturbi della Nutrizione e dell’Alimentazione”. Ecco le principali modifiche apportate nel DSM 5 (APA, 2013):   Bibliografia  American Psychiatric Association. (2013). Diagnostic and...
Leggi tutto