[Search form]
Tag

Personalità

Teoria polivagale e disturbo borderline di personalità

Il modello filogenetico del sistema nervoso autonomo descritto nella teoria polivagale (Porges 2001a) costituisce un modello teorico innovativo per studiare il coinvolgimento potenziale del sistema nervoso parasimpatico nel BPD. La teoria è interessata al ruolo dello stato autonomico nella mediazione dei comportamenti prosociali e difensivi. Inoltre, sottolinea l’esistenza di una componente parasimpatica, le vie vagali mielinizzate che arrivano al cuore calmando lo stato viscerale e smorzando l’attività del simpatico e dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene. I comportamenti di attacco-fuga, o mobilizzazione, dipendono dal funzionamento del sistema nervoso simpatico, quel sistema che è associato a un aumento dell’attività metabolica e della risposta cardiaca (battito cardiaco accelerato, maggiore contrattilità miocardica). I comportamenti di immobilizzazione (con paura), come ad esempio il blocco dell’azione o la morte simulata, sono la componente più primitiva condivisa con quasi tutti i vertebrati: dipendono dall’innervatura più antica del nervo vago (una parte non mielinizzata che origina dall’area del tronco encefalico denominata...
Leggi tutto