come combattere gli attacchi di panico

4 consigli di auto aiuto per combattere gli attacchi di panico

Quando si tratta di attacchi di panico, un aiuto professionale qualificato può fare la differenza.

Le linee guida della sanità inglese – le più autorevoli linee guida internazionali basate sulla ricerca scientifica – pongono l’intervento psicoterapeutico a orientamento cognitivo e comportamentale al primo posto per efficacia nel trattamento del disturbo di panico.

Ci sono comunque diverse cose che puoi fare per cercare di aiutarti da solo:

  • Informati sul panico: anche semplicemente imparare che cosa sia e come funzioni può aiutarti a darti un po’ di sollievo dalla tua condizione. Leggi informazioni attendibili sull’ansia, il disturbo di panico e il funzionamento della risposta di ‘attacco o fuga’. Imparerai che le sensazioni che provi durante un attacco sono normali e non possono nuocerti.
  • Evita di fumare e di bere caffeina: sia il fumo che la caffeina possono provocare attacchi di panico, motivo per cui è saggio che tu ti astenga dal fumare o dal consumare bevande a base di caffeina come tè, caffè, red bull o altri energy drink.
  • Impara a controllare il respiro: l’iperventilazione induce molte sensazioni spiacevoli che provi durante gli attacchi di panico come, ad esempio, la sensazione di svenimento o il peso al petto. Respirare in maniera profonda e rilassata può ridurre l’intensità dei sintomi degli attacchi. Imparando a respirare, inoltre, puoi imparare a calmarti quando sei ansioso e puoi così ridurre la paura di incorrere in quelle sensazioni fisiche che temi.
  • Pratica delle tecniche di rilassamento: quando pratichi queste attività con sufficiente regolarità rinforzi la risposta di rilassamento del corpo che è opposta e incompatibile alla risposta di stress coinvolta negli attacchi di panico. Puoi rilassarti praticando yoga, meditando o con il rilassamento muscolare progressivo. Cerca di includere queste attività nella tua routine quotidiana.

 

Lascia un commento